Apertura uffici Lunedì - Venerdì 9-13, 14-18

Campagna Sostenitori annata agraria 2022-2023

Eventi

Siamo lieti di comunicarvi che la Fondazione per l’Agricoltura F.lli Navarra ha ripreso a pieno ritmo la programmazione dei convegni e delle giornate tecniche per la condivisione dei risultati delle sperimentazioni in agricoltura, dopo le conseguenti restrizioni causate dall’emergenza da COVID-19.

Come di consuetudine la Fondazione desidera porsi a fianco degli imprenditori agricoli, dei tecnici e degli studenti del settore, per trasmettere le proprie conoscenze acquisite in campo grazie alle prove sperimentali eseguite in frutticoltura, colture erbacee convenzionali e biologiche, così come in orticoltura e corilicoltura. Le prove sperimentali intraprese sono sempre in linea con le nuove esigenze del settore agricolo, messo a dura prova dall’impennata delle materie prime, dai costi delle risorse energetiche, nonché dal calo di consumo in alcuni comparti del sistema agroalimentare. Anche la necessità di sperimentare nuove varietà colturali resistenti ai cambiamenti climatici, di testare cover crop e agrofarmaci ammissibili per il controllo di parassiti e infestanti, e lo studio della nutrizione dei terreni, rappresentano un sostegno di conoscenze all’imprenditoria agricola.

L’operatività della Fondazione Navarra viene svolta attenendosi a processi e procedure che compongono il Sistema di Gestione Integrato, di cui l’ente si è dotato da diversi anni: si tratta di un sistema fatto di certificazioni agroalimentari (UNI EN ISO Ambiente, Qualità, Rintracciabilità; EMAS, Global Gap – GRASP e Certificazione dell’Agricoltura Biologica delle colture erbacee), che permette, oltre ai vantaggi della qualità e della salubrità del prodotto agricolo, di dare ai nostri stakeholder la sicurezza, la professionalità e la tranquillità della produzione, come anche la  puntuale e rigorosa esecuzione operativa.

È ben noto lo sforzo economico e operativo che richiedono le sperimentazioni, ed è per questo che rinnoviamo la proposta di annoverarvi tra i nostri Sostenitori. Per sostenerci è semplice, occorre scegliere uno dei pacchetti ideati per tipologica di partecipante (Gold o Silver, così come riportato sul dépliant allegato), e iscriversi, nel caso non lo foste già, alla newsletter del nostro sito www.fondazionenavarra.it.

È possibile seguire i nostri eventi anche sui social: Linkedin, Facebook, YouTube e Instagram.

Vi elenchiamo di seguito una parte delle sperimentazioni suddivise per comparto, sulle quali stiamo concentrando i nostri sforzi, le nostre conoscenze ed esperienze. 

Frutticoltura:
Campo portinnesto: Melo
Varietà: Cripps Red – Rosy Glow – San Civ – Golden B
Scopo: confrontare i diversi portinnesti che secondo la bibliografia hanno resistenza a patogeni e ristoppio.
Campo Rosy Glow
Scopo: confrontare 8 sistemi di impianto per definire il più efficiente.
Campo Nettarine
Varietà: diverse
Scopo: Individuare tra 14 varietà di Nettarine quelle più adatte al territorio ferrarese.
Campo portinnesto Pero
Varietà: Abate Fètel
Scopo: confrontare diversi portinnesti di origine franca, rispetto al riferimento (BA29 con intermedio).
Campo: Nocciolo
Varietà: 12
Scopo: valutare le potenzialità della coltura nella pianura padana orientale
Due i sesti di impianto scelti (il tradizionale 5×4 metri e l’intensivo 4×2). Inoltre, è stato installato un impianto con doppia ala gocciolante interrata, sistema di fertirrigazione, sonda di umidità del terreno e centralina meteo.
Giornate dedicate ai Saggi di potatura Melo e Pero.
Colture Erbacee:
Nella coltura dei seminativi convenzionali stiamo effettuando prove sull’agricoltura conservativa (conosciuta come agricoltura blu), considerata l’agricoltura del futuro, che permette di ridurre i costi di lavorazione del terreno, aumenta il contenuto di sostanza organica e mantiene intrappolata nello spazio poroso del suolo la CO2. contribuendo a mitigare gli effetti del cambiamento climatico. Prosegue la sperimentazione sull’efficacia dei fertilizzanti prodotti nel segno dell’economia circolare in collaborazione con Herambiente, Università di Bologna ed Enomondo. Il focus è verificare le potenzialità di fertilizzanti ottenuti dal recupero di materiali biodegradabili su colture estensive e sulla fertilità del suolo.
Colture erbacee biologiche:
Nelle coltivazioni biologiche proseguono le sperimentazioni sulla tipologia di seme, irrigazione, gestione delle malerbe e rotazione delle colture bio. Alcune prove sono eseguite in collaborazione con FederBio. Viene monitorata l’esperienza del controllo biologico del ragnetto rosso nella Soia, attraverso il lancio dell’acaro predatore Phytoseiulus persimilis.
Noccioleto:
La Fondazione ha inoltre avviato un Corileto (con 12 varietà) in collaborazione con Terremerse e Ferrero, per studiare il nocciolo come una coltura assolutamente sostenibile e alternativa ai seminativi, poiché trattasi di una coltura altamente meccanizzata e a basso impiego di manodopera. L'idea è di valutare la possibilità di ampliare le colture all'interno di un impianto frutticolo, oppure di sostituire vecchi impianti compromessi da fitopatogeni e problematiche climatiche.

Ringraziandovi anticipatamente per l’attenzione e il supporto, desideriamo ricordare che tutte le informazioni derivanti dalla nostra sperimentazione sulle soluzioni di conduzione tecnico-agronomica sostenibile anche da un punto di vista economico e ambientale, sono libere da ogni fine esclusivamente lucrativo.

 

Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.

           Il Presidente

Nicola Gherardi Ravalli Modoni

01 FondGulinelli

02 FuturPera

 

03 Valente

 

04 CIV

05 Adama

06 CapaCologna

 

Visualizzatore Feeds

 

07 Confagricoltura

08 Syngenta

13 Agrintesa

 

15 ZanziVivai

16 Geoplant

 

18 Patfrut